Borrell sulla richiesta di arresto di Netanyahu: gli Stati sono obbligati ad attuare le decisioni della Corte

L'Alto Rappresentante dell'UE per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza, Josep Borrell, riguardo alla richiesta del Procuratore della Corte Penale Internazionale (CPI) di emettere un mandato di arresto per i leader di Israele e Hamas, ha affermato che tutti gli Stati che hanno ratificato la CPI le leggi sono obbligate ad attuare le sue decisioni.

- Il mandato della CPI, in quanto istituzione internazionale indipendente, è quello di perseguire i crimini più gravi secondo il diritto internazionale, ha scritto Borrell a H.

Ieri la Corte penale internazionale ha richiesto un mandato d'arresto nei confronti del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e del ministro della Difesa Yoav Galant per "incitamento allo sterminio, causa della carestia come metodo di guerra, compreso il rifiuto degli aiuti umanitari e il targeting deliberato dei civili in conflitto".

Si chiedono mandati di arresto anche per i leader di Hamas Yahya Sinwar, Mohammed Deif e Ismail Haniyeh per sterminio, omicidio, presa di ostaggi, stupro e violenza sessuale.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno