Bislimoski: a causa di abusi da parte dei comuni, l'elettricità a luglio potrebbe aumentare fino al dieci percento

Foto: Free Press / Dragan Mitreski

Al fine di ridurre i propri costi, i comuni hanno costituito imprese pubbliche attraverso le quali ricevono energia elettrica per l'illuminazione stradale da EVN, a un prezzo per le famiglie, informate oggi Marko Bislimoski, Presidente della Commissione per la regolamentazione dell'energia (ERC). A causa di questo abuso, aggiunge che i cittadini potrebbero dover affrontare bollette elettriche più elevate fino al dieci percento da luglio.

- Il costo di 30 milioni di euro, realizzato dai comuni, significa un aumento del 10 per cento dell'energia elettrica per i cittadini. REK trasferirà ora quel costo a tutti quei comuni. "Non intendiamo assumerci di nuovo quell'onere", ha detto Bislimoski in una dichiarazione ai media.

Il presidente del CER ritiene che saranno resi pubblici quali comuni hanno abusato dell'elettricità, in modo che i cittadini sappiano che quei comuni non si preoccupano di loro.

ERC sta attualmente lavorando alla creazione di una nuova tariffa elettrica. Bislimoski afferma che le aspettative sono che il primo blocco andrà da 150 a 250 kilowattora, solo per una tariffa costosa, e poi da 250 a 300, 400 e 400 e oltre.

Aggiunge che il prezzo delle bollette dell'elettricità dipenderà principalmente dal prezzo che ESM offrirà e per prevenire un forte aumento, Bislimovski vuole che le centrali elettriche statali forniscano il cento per cento del fabbisogno di "EVN HOME".

Video del giorno