Bilousov: l'Ucraina sta indagando su 26.000 casi di crimini di guerra

Attacco dell'Ucraina

L'Ucraina sta indagando su quasi 26.000 casi di crimini di guerra commessi dal 24 febbraio, dall'inizio dell'invasione russa del Paese, e finora sono state accusate 135 persone, ha affermato oggi il procuratore capo dei crimini di guerra ucraino, secondo quanto riportato dai media britannici.

Dei 135 accusati, quindici sono già in custodia ucraina e i restanti 120 sono ancora in fuga, ha detto. Yuri Bilosov, capo della divisione crimini di guerra dell'Ufficio del procuratore generale.

- Finora, 13 casi sono stati presentati ai tribunali e sette verdetti sono stati approvati, ha affermato.

A maggio, un soldato russo di 21 anni catturato ha ricevuto la sua prima condanna all'ergastolo per aver ucciso un civile ucraino disarmato, diventando la prima persona condannata per crimini di guerra in Ucraina dall'invasione russa del 24 febbraio.

-Alcune persone ci hanno chiesto perché li perseguiamo solo... i soldati di basso rango. È solo perché sono fisicamente qui... Se ci sono anche i generali, e se siamo in grado di trattenerli, allora senza dubbio perseguiremo anche loro, ha detto Bilousov.

Video del giorno