Ben Wallace sulle esplosioni in Crimea: Chiaramente non provengono da un grilletto caduto

Ben Wallace / Foto: EPA-EFE / STEPHANIE LECOCQ

Il ministro della Difesa britannico Ben Wallace ha respinto le scuse russe per grandi esplosioni in una base aerea militare russa in Crimea, a circa 200 chilometri dal fronte. Crede che sia un "bersaglio legittimo" dell'esercito ucraino.

"Quando guardi il filmato delle due esplosioni contemporaneamente, che non sono così vicine, e il fatto che anche le autorità russe abbiano ammesso che il danno è stato fatto, penso sia chiaro che non è qualcosa che è successo perché è caduta su qualcuno la sigaretta ”, ha detto Wallace.

Quando gli è stato chiesto se pensava che fosse un obiettivo legittimo dell'esercito ucraino, Wallace ha risposto che la Russia ha avviato per la prima volta l'invasione illegale, non solo nel 2014 ma anche quest'anno.

"L'Ucraina, secondo le regole dell'Onu, ha il diritto di difendere il proprio territorio e fare tutto il necessario per respingere l'occupante. È legittimo? "È assolutamente legittimo che l'Ucraina, se necessario, usi la forza non solo per riconquistare il suo territorio, ma anche per espellere gli occupanti", ha affermato.

"I russi hanno usato quella base aerea per bombardare l'Ucraina. "Penso che sia un obiettivo legittimo secondo qualsiasi manuale militare", ha detto Wallace.

Video del giorno