Prime proteste dopo l'incidente del Kosovo a Belgrado: stasera "Serbia contro la violenza" davanti all'assemblea e alla RTS

Foto: Twitter

A Belgrado si svolge la 22esima protesta "Serbia contro la violenza". La protesta è iniziata davanti all'Assemblea nazionale e, come annunciato in precedenza, la marcia si svilupperà lungo il cosiddetto percorso mediatico, ma terminerà presso il palazzo della Presidenza serba. Nebojsa Zelenović e Radomir Lazović dell'opposizione non parlamentare si sono rivolti ai cittadini davanti all'Assemblea della Serbia.

"Finora abbiamo avuto elezioni false, elezioni rubate, dove i cittadini venivano ricattati. Chiediamo che questo venga cambiato, se non lo otteniamo, allora condurremo una campagna comune, creeremo una sorta di opposizione sociale", ha detto il presidente del Partito democratico Zoran Lutovac.

Sulla questione se l'opposizione andrà alle elezioni insieme, cioè su una lista, Lutovac in una dichiarazione su quella serba televisione N1 afferma che è stato presentato al pubblico un accordo quadro e che ora si sta lavorando per concretizzarlo e che se ne discuterà nei prossimi giorni.

Il copresidente del partito Zajdeno, Nebojsa Zelenovic, ha affermato che questo Paese è governato da "dilettanti assoluti che sono riusciti a distruggere tutto".

"Quindi ora la carne in macelleria è un nome immaginario, carne di manzo per 1.200 dinari, mai prima d'ora." I Chvartsi sono diventati un oggetto di lusso, qualcuno vuole fare l'ajvar? Paprica per 200 dinari. Cos'è, non è mai stato così. Dicono che l'inflazione importata da noi significa che in Europa è del 6%, e qui è del 12,5%, come dicono. Nel nostro Paese è due volte più caro e due volte più cattivo", ha detto Zelenovic.

Lui ha detto una volta per tutte al presidente della Serbia di non estrarre il litio e il boro: "Vucic vuole il litio, i cittadini no".

"Cos'è successo l'altro giorno a Banjska, vero, Aleksandar Vucic?" Hai ordinato a Milan Radoicic di portare lì degli uomini armati? Se lo facessi, saresti il ​​più grande criminale di sempre. Hai messo il tuo Paese in pericolo politico. no, allora sei il più grande incompetente a prendere decisioni in questo Paese”, ha detto.

Ha chiesto se abbiamo capito "in che commedia tragica viviamo".

"Una commedia tragica che nel momento in cui Milan Radoicic conduce quelle persone alla fucilazione, Bata Gasic, il ministro della Polizia, abbraccia Lepa Brena", ha concluso Nebojsa Zelenovic.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno