Il bambino rapito da GTC aveva solo sette giorni, i genitori l'hanno lasciato al rapitore

CGC / illustrazione Foto: Sloboden pechat/ D. Mitreski

Il pubblico ministero della Procura di base di Skopje ha emesso un'ordinanza per lo svolgimento di un procedimento investigativo contro la donna di 28 anni di Skopje sospettata di un reato - "sequestro di persona" e ha presentato una proposta per determinare la misura della detenzione al giudice di il procedimento preliminare del Tribunale penale di base di Skopje.

Nel caso che ha scioccato il pubblico, la giovane donna ha rapito un bambino davanti a un mercato nel centro commerciale della città, dopo di che ha cercato di scappare, ma è stata catturata dopo poche ore a Gjorce Petrov.

La procura ha ora condiviso i dettagli del caso: il bambino aveva solo sette giorni ei genitori l'hanno lasciato al rapitore per tenerlo mentre facevano la spesa al mercato.

«Il 16 agosto, nei sotterranei del City Shopping Center - Skopje, il sospettato ha rapito un minore - un neonato che aveva solo sette giorni. Il sospetto si è offerto di aiutare i genitori del bambino a raggiungere il Policlinico Bit Pazar. Al City Mall, hanno chiesto al sospettato di tenere il bambino mentre compravano il cibo, dopodiché lei si è allontanata con lui. Ha preso un taxi per Gjorche Petrov, e poi a casa sua, dove gli agenti di polizia sono riusciti a trovarla e portarla via. Con tali azioni, il sospetto ha impedito ai genitori di stare con il neonato per più di quattro ore e ha anche causato il pericolo di mettere in pericolo la salute del bambino", afferma la dichiarazione della Procura.

Il pubblico ministero competente ha presentato al giudice del procedimento preliminare del Tribunale penale di base di Skopje una proposta per determinare la misura della detenzione dell'indagato, perché vi sono circostanze che indicano un pericolo di fuga, nonché il timore che ci proverà per coprire le tracce del delitto e ostacolarle le indagini.

Video del giorno