Biden: Ciò che sta accadendo a Gaza non è un genocidio

Joe Biden / Foto EPA-EFE/Sipa

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha difeso con forza Israele, affermando che le forze israeliane non hanno commesso un genocidio nella campagna militare contro i militanti di Hamas a Gaza e respingendo le critiche dei manifestanti filo-palestinesi. Reuters.

"Ciò che sta accadendo a Gaza non è un genocidio. Lo rifiutiamo", ha detto Biden alla Casa Bianca durante un evento per il mese del patrimonio ebraico-americano.

In molti eventi in tutto il paese, Biden ha dovuto affrontare le proteste dei sostenitori filo-palestinesi che lo hanno soprannominato “Joe il genocidio” a causa del suo convinto sostegno a Israele.

In un discorso alla Casa Bianca, Biden ha sottolineato la sua convinzione che Israele sia una vittima dell'attacco del 7 ottobre da parte dei militanti di Hamas nel sud di Israele, quando hanno ucciso 1.200 persone e preso centinaia di ostaggi.

Ha anche sottolineato che il sostegno americano alla sicurezza degli israeliani è "incrollabile". "Siamo al fianco di Israele per distruggere (il leader di Hamas) Sinwar e gli altri carnefici di Hamas. Vogliamo che Hamas venga sconfitto. Stiamo lavorando con Israele per farlo”, ha detto.

I negoziati tra Israele e Hamas per liberare i malati, gli anziani e i feriti ancora tenuti in ostaggio dai militanti sono in fase di stallo, ma Biden ha promesso di non rinunciare a tentare di liberarli.

Biden ha anche chiesto un cessate il fuoco immediato a Gaza, cosa che ha ripetuto domenica nel suo discorso di apertura al Morehouse College.

Ha anche respinto una dichiarazione del procuratore capo della Corte penale internazionale (CPI), Karim Khan, che aveva chiesto mandati di arresto per il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il ministro della Difesa Yoav Galant per presunti crimini di guerra.

Lunedì il procuratore della Corte penale internazionale ha anche affermato di aver richiesto mandati di arresto per il capo di Hamas Sinwar e altri due leader di Hamas.

Biden ha dovuto affrontare una crescente pressione politica da parte del suo stesso partito negli ultimi mesi sulla sua gestione del conflitto di Gaza, poiché il bilancio delle vittime palestinesi è salito a oltre 35.000, secondo il ministero della Sanità di Gaza, e l’assedio israeliano ha creato condizioni umanitarie disastrose a Gaza. .

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno