Nessun paese al mondo concederebbe asilo a Ljupco Palevski

Il sospettato Ljupco Palevski - Palco con Vanja e Panche assassinati / Collage fotografico di SP / Social network

Né la Russia, né la Bielorussia, né nessun altro paese al mondo concederebbero asilo a Ljupco Palevski - Palco, sospettato del rapimento e dell'omicidio della quattordicenne Vanja Gjorchevska di Skopje e dell'esecuzione del 14enne Pance Zhezhovski di Skopje. Veles, dicono, esperti di sicurezza per la stampa libera.

Palevski è ricercato con un mandato internazionale per le indagini sui crimini di rapimento e omicidio a seguito di un ordine emesso dalla Procura di Skopje, e la sua attuale ubicazione non è nota. Quando verrà trovato, andrà direttamente in detenzione.

- In linea di principio, ogni paese concede l'asilo politico, ma non per crimini gravi commessi come liquidazioni e omicidi. Russia e Bielorussia non glielo daranno. L'ambasciata russa in Macedonia monitora tutte queste situazioni e i servizi segreti russi hanno informazioni e non credo che saranno d'accordo su questo punto. È possibile che qualche altro Paese lo utilizzi per altre azioni, in termini di terrorismo, ma penso che Ljupco Palevski sia una persona compromessa fino in fondo, tutti i media hanno pubblicato dati e foto di lui e penso che non ci sia nessuno per proteggerlo. Non credo nemmeno che abbia le finanze, per così dire, per comprarsi la libertà da qualche parte. Mi aspetto che la Turchia lo rimanderà indietro rapidamente, perché ci sono informazioni che è lì e che aveva intenzione di andare in Russia o Bielorussia, ma se gli tagliano la strada qui, sempre in Turchia, sarà un bene, ha detto Pavle Trajanov " Sloboden Pechat" ex ministro degli Interni.

Alla domanda se Palevski possedesse materiali compromettenti, poiché è noto che possedeva, cioè possedeva conversazioni registrate illegalmente - "bombe", e se questa potesse essere la valuta con cui avrebbe pagato per la sua libertà, Trajanov risponde che si tratta di non possibile .

- Non c'è spazio. Non si tratta di un dissidente politico ma di un sospettato assassino per crimini così gravi, che non esiste posto al mondo che lo protegga o dove possa nascondersi. In relazione alle conversazioni intercettate arrivate all'SDSM e alla VMRO-DPMNE, hanno iniziato a condividerle e uno di quelli che l'ha saputo è stato Ljupco Palevski-Palco, per non parlare di tutti gli altri della malavita criminale che hanno usato per ricattare. Anche i gruppi criminali del Kosovo hanno ricevuto molte informazioni. Ciò significa che quelle conversazioni non sono più utili. Ma ciò che è un errore enorme e che voi, come media, dovreste chiedervi e interessarvi, è come sia possibile trovare Ljupco Palevski-Palco con armi detenute illegalmente e di questo non è responsabile. I leader di tutti i partiti politici si mantengono in contatto con questo profilo di persone, e poi diventano forti e si incoraggiano a vicenda sul da farsi. Questo fatto è sufficiente, perché le sanzioni per il possesso illegale di armi sono elevate. Chi è che ha bloccato quel processo? Se Palevski fosse stato ritenuto responsabile delle armi illegali, gli sarebbe stato impedito di commettere crimini così gravi - ritiene Trayanov.

A proposito, è vero che nel maggio di quest'anno Ljupco Palevski Palco, ora sospettato di due omicidi e rapimento, portava una pistola senza permesso e con altri tre cercava l'oro a Demir Kapija. 

Si tratta di una piccola parte della ricca offerta di atti criminali e delitti di Palevski, che risalgono agli anni Novanta.

Ad esempio, secondo una delle sentenze trovate da "Sloboden pečet", Palevski, noto per essere stato un imprenditore edile, coinvolto tra l'altro in costruzioni illegali, ha defraudato un uomo perché invece di vendergli un appartamento, ha preso i suoi soldi e il suo appartamento è stato venduto a un'altra persona. Non ha restituito i soldi alla prima persona. Ha ricevuto una pena sospesa.

 

Nel 2019 gli è stata presentata un'accusa penale per intercettazioni telefoniche e registrazioni audio non autorizzate e nello stesso anno è stato anche accusato di reati minori per aver insultato un agente di polizia. Nel 2020 è stata presentata una denuncia penale per possesso illegale di armi. Nel 2005 è stato accusato di abuso d'ufficio e di autorità, falsificazione di documenti, falsa denuncia e nel 2000 è stato accusato di evasione fiscale.

Invece di finire in prigione, è diventato una star dei media in vari podcast e programmi, e quando criminali condannati come Marjan Stamenkovski - "Dokaz" sono stati rilasciati dal carcere per "cure", sono comparsi nello studio di Palco per lamentarsi e sul modo in cui minacciano di cambiare il governo. I podcast di Palevski erano noti per il loro radicalismo, l'orientamento di estrema destra, l'esaltazione del patriottismo e della democrazia cristiana, dietro i quali, di fatto, si nascondeva un uomo che al momento non è disponibile per le forze dell'ordine e che è stato segnalato da testimoni come esecutore testamentario di Vanja Gjorchevska e Panče Žežovski.

La professoressa della Facoltà di Sicurezza, Frosina Remenski, concorda sul fatto che nessun paese al mondo concederà asilo a Palevski.

- La fuga a causa di un omicidio non può costituire una base per ottenere asilo. Se glielo daranno significherà il riconoscimento dell'ordine, ritiene il professore.

Lei analizza che il vero segno dell'omicidio di Vanja è la ferocia, se viene confermata l'informazione pubblicata ieri da una stazione televisiva, secondo cui Vanja sarebbe stata soffocata mentre era legata in un sacco a pelo nel bagagliaio dell'auto in cui è stata rapita.

- Il vero segno dell'omicidio di Vanya è la brutalità: sparare a un bambino soffocato che avrebbe dovuto essere ostaggio in un accordo di estorsione con il "padre". La domanda principale che è stata sollevata dopo la conferenza stampa della Procura della Repubblica e del Ministero dell'Interno è stata: cosa c'entra l'omicidio con l'estorsione per favoritismo, perché dovrebbe essere uccisa se non ci fosse richiesta di denaro? Ecco la spiegazione di uno studente di criminologia sul perché. Il rapimento di un minore o di un bambino a scopo di estorsione è quasi equivalente alla presa e alla detenzione di ostaggi a scopo di estorsione in quanto elemento terroristico. Se l'informazione secondo cui Vanja è soffocata nell'auto con cui i rapitori l'hanno portata sul posto è corretta, allora sparare al bambino soffocato è un atto di crudeltà conosciuto dalla legge come la forma più grave di omicidio punibile con l'ergastolo. Se la bambina Vanja veniva soffocata, nel piano dei mostri diventava un inutile ostaggio al quale non potevano estorcere nulla e quindi nessuno pretendeva nulla. Nel mostruoso piano dell'assassino e dei complici, il passo che hanno fatto seppellendo il corpo del bambino era la speranza che nessuno lo trovasse mai e che loro non venissero scoperti, analizza Remenski. 

Ljupco Palevski-Palco è il principale sospettato del crimine più atroce della storia recente in cui furono uccisi la 14enne Vanja Gjorchevska di Skopje e il 74enne Pance Zhezhovski di Veles. I loro corpi senza vita furono ritrovati in tombe, che furono indicate da due testimoni che assistettero alle esecuzioni e additarono Palevski come il loro esecutore testamentario, cioè come l'uomo che sparò.

La pistola non è stata ancora ritrovata, ma le persone coinvolte hanno indicato le tombe dove erano sepolte le vittime. Vanja non figurava in nessuna delle 70 riprese della telecamera fornite, perché è stata afferrata all'ingresso dell'edificio in cui viveva, legata mani e piedi, messa in un sacco a pelo e messa in un baule.

Poi è stata uccisa nell'atar del villaggio di Orman. Il pubblico ministero Gavril Bubevski ha affermato che il motivo più probabile dell'omicidio di Vanja è che sua madre ha venduto il suo appartamento ottenendo così una maggiore somma di denaro, che il gruppo voleva estorcerle, e che le informazioni sui movimenti di Vanja sono state fornite ai sospettati. ... suo padre che è in custodia.

Intanto Palevski non è in Macedonia. Si è recato a Belgrado, poi in Bulgaria insieme al suo avvocato, il quale ha raccontato a "Thelma" di aver subito abusi perché, come ha detto, "pensava di accompagnare Palevski dal medico e non sapeva nulla dei crimini di cui era sospettato". ".

Palevski è ricercato a livello internazionale. Secondo i dati finora raccolti, il gruppo di cinque sospettati ha commesso l'omicidio subito dopo il rapimento, cioè intorno alle 10 di lunedì mattina, perché qualcosa "è andato fuori controllo".

Secondo le dichiarazioni dei sospettati, avevano paura che le indagini stessero andando avanti, la polizia stava indagando al massimo livello, quindi hanno deciso di uccidere Vanja e poi chiedere i soldi.

Secondo la Procura, l'assassinato Pance Zhezhovski di Veles doveva 500 euro a uno dei sospettati, quindi dopo che è stato ucciso, il suo veicolo è stato rubato e utilizzato dai cinque per rapire Vanja. Poi hanno dato fuoco al veicolo e ci sono prove materiali presso quale stazione di servizio hanno acquistato il carburante a tale scopo.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno