Arsovska ha licenziato il direttore dell'Igiene comunale, il cui fratello ha sparato con una pistola in piazza Skanderbeg

Zuhdi Enuz recitazione Direttore di JP Communal Hygiene-Skopje / Foto: "Sloboden Pechat" - Dragan Mitreski

La città di Skopje stasera attraverso un comunicato stampa lo informa Zudi Enuzi è stato destituito dalla carica di attore direttore della società pubblica "Igiene comunale - Skopje".

Questo viene dopo l'informazione che suo fratello, Zufi Coca, e l'uomo che ha salutato e ha sparato con una pistola in piazza Skanderbeg durante le proteste di oggi contro la proposta francese.

"La città di Skopje, in quanto città di convivenza e solidarietà, non deve essere un centro di violenze e scontri con le armi da fuoco e la creazione di tensioni interetniche tra i nostri concittadini. La politica sta prendendo slancio e in nessun caso deve intaccare la professionalità della gestione delle istituzioni. Nonostante l'ottima e professionale gestione della società per azioni 'Igiene Comunitaria' di Zudi Enuzi, il mio codice etico non gli permette di continuare a gestire l'azienda. Ecco perché è stato destituito dall'incarico", si legge nel comunicato dell'ufficio del sindaco di Skopje.

Secondo i post Facebook di Zufi Koka, è un attivista dell'Alleanza per gli albanesi, un partner della coalizione di VMRO-DPMNE a Skopje, ed è stato il capo della campagna di Arsovska alla presidenza nelle ultime elezioni locali.

Rispondendo alla domanda di un giornalista sull'affiliazione politica del detenuto, Mickoski alla conferenza stampa di stasera Egli ha detto che non gli interessa sapere se è o meno un membro dell'Alleanza per gli Albanesi e ha chiesto di non politicizzare la questione.

"Non politicizziamo la questione. Siamo al di sopra della politica e al di sopra di quei politici che invocavano le tensioni etniche. Che sia un membro o meno, non mi interessa. Quest'uomo ha commesso un crimine, ha puntato una pistola contro le persone e dovrebbe essere ritenuto responsabile", ha detto Mickoski.

Il parlamentare e portavoce di SDSM Darko Kaevski in una conferenza stampa subito dopo quella di Mickoski, ha detto che l'incidente a Skanderbeg Square è stato scenario sanguinoso inventato di Mickoski e VMRO-DPMNE, Left and Alliance per la destabilizzazione e la messa in scena di un conflitto interetnico nel Paese. Ha detto che Koka era il capo della campagna alla presidenza del sindaco di Skopje Danela Arsovska, sostenuto da VMRO-DPMNE.

Video del giorno