Arsovska: Sostengo il diritto di protestare, ma ora i cittadini subiscono i danni maggiori

Slavevski e Arsovska in clinch/Foto: Screenshot

Il sindaco della città di Skopje, Danela Arsovska, anche se come ha detto sostiene il diritto di protestare, sempre secondo lei, con la decisione delle autolinee private di bloccare le strade, come ha detto, i cittadini subiscono i danni maggiori.

Secondo lei, anche in tali circostanze in cui le compagnie di autobus private si rifiutano di guidare, JSP "Skopje", come ha detto, cerca di coprire tutte le linee.

- JSP "Skopje" all'inizio del mandato lavorava con 140 autobus funzionanti, in questi 12 mesi è stato messo in funzione un numero aggiuntivo di autobus e ora ci sono 270 autobus funzionanti. Se qualcuno decide di ostacolare l'interesse pubblico, che serva il suo onore. Ha obblighi contrattuali e qualcuno non li rispetta. Qualcuno ha smesso di guidare nell'interesse dei cittadini e con ciò sono stati risolti i contratti. Ci sarà un nuovo bando pubblico al quale potranno candidarsi tutti coloro che soddisfano i criteri e potranno svolgere onestamente la propria attività – afferma Arsovska.

Secondo lei, JSP sta attualmente lavorando e cercando di fornire il servizio di massima qualità possibile.

- Fino ad ora, non abbiamo ricevuto un solo avviso di causa da coloro che affermano che gli è dovuto, quindi non voglio che venga manipolato. Sostengo il diritto di protestare, ma in questo modo subiscono un danno solo i cittadini, decisivo il sindaco.

FOTO+VIDEO | Autisti con un avvertimento: se non veniamo pagati, invece di 30, Skopje verrà bloccata con 220 autobus

 

Video del giorno