La lotta alla corruzione ha aperto un caso per verificare la proprietà di Besija Ilyazi

Besia Ilyazi / Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

La commissione anticorruzione di propria iniziativa ha aperto un caso per verificare i dati sullo stato patrimoniale del direttore economico della Clinica tossicologica Besija Ilyazi, confermano per "Sloboden Pechat". Il motivo per cui Antikoruptsiska ha aperto una causa è che ha presentato due fogli di perizia in cui elencava i suoi beni: uno mentre era consigliera nel Comune di Tetovo e l'altro dopo essere diventata direttrice economica della Clinica tossicologica. Tuttavia, i dati dei due questionari non sono identici e nel frattempo non è stato segnalato alcun cambiamento.

Il 14 febbraio 2024, Ilyazi ha presentato una dichiarazione di beni e interessi alla Commissione anticorruzione nel nuovo sistema elettronico per la presentazione di una dichiarazione di beni e interessi per la posizione di agente direttore organizzativo della Clinica Universitaria di Tossicologia Skopje. Per quanto riguarda la questione se si tratti della stessa persona (se il consigliere del comune di Tetovo sia la stessa persona di Besija Ilyazi, direttrice economica della Clinica tossicologica), dall'ispezione dell'EMBG, quella elencata nelle dichiarazioni di status di proprietà e interessi sottoposti alla DKSK, si scopre che si tratta della stessa persona, l'Agenzia anticorruzione risponde alle domande di "Sloboden Pechat".

Presso la Commissione statale per la prevenzione della corruzione abbiamo anche chiesto perché nella scheda di rilevamento pubblicata sul sito relativa alla proprietà di Ilyazi non ci sono informazioni sul valore della proprietà e sulle modalità di acquisizione della proprietà. Il DCSC sottolinea che il suddetto questionario è stato presentato il 03 dicembre 2021 per la carica di consigliere del Comune di Tetovo e Ilyazi non ha inserito i suddetti dati nello stesso. Nel nuovo questionario del 14 febbraio 2024 ha fornito i dati completi.

In tali casi, ai sensi dell'articolo 92 della Legge sulla prevenzione della corruzione e del conflitto di interessi, la DCSC verifica la veridicità dei dati inseriti nella dichiarazione sullo stato patrimoniale e sugli interessi nel caso in cui agisca su un argomento specifico o sulla base del piano di lavoro annuale. Nel periodo dal 03 dicembre 2021 al 03 dicembre 2023 non è stato aperto alcun caso nei confronti della suddetta persona, come termine per l'opportunità di agire sulla stessa, cioè di avviare una procedura per reati minori contro la stessa, spiegano da li.

 

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno