ANALISI: Quattro scenari su come Pechino potrebbe attaccare Taiwan con l'aiuto della Russia

FOTO : Esercito popolare cinese | EPA-EFE/PAVEL GOLOVKIN / PISCINA

Al culmine delle tensioni tra Cina e Taiwan, la notizia ha raggiunto quello e GARDEN piano per partecipare a esercitazioni militari in quella zona. Tuttavia, negli scritti dei media mondiali e nella realizzazione di previsioni che avverranno nelle relazioni tra Taipei и Pechino вo caso la Cina decida di attaccare Taiwan, gli analisti ritengono che ci siano quattro scenari chiave, scrive il "Telegraph" britannico.

Vale a dire Pechino come affermato dai media ha più volte minacciato di impossessarsi dell'isola di cui rivendica tutti i diritti e della Cina per giorni in quella direzione tiene esercitazioni militari, assediando l'isola per sfoggiare la sua predominio e la forza. Praticamente ci ricci hanno seguito la visita del presidente della Camera dei Deputati di SANNO DOMINI, Nancy Pelosi, che è il funzionario di grado più alto a visitare il Paese in 25 anni.

Anche se inizialmente era stato detto che gli esercizi sarebbero finiti questo fine settimana, Pechino ha cambiato idea e ha deciso di ribattezzarle esercitazioni militari regolari, nel senso che almeno non si fermeranno no nel prossimo futuro mentre continuano le tensioni nella regione.

Le più grandi esercitazioni militari cinesi di questo secolo

Nel frattempo, l'esercito taiwanese ha affermato che 20 aerei da guerra cinesi e 14 navi da guerra hanno preso parte alle esercitazioni sabato e che droni cinesi sono stati nuovamente avvistati sull'isola Kinmen amministrata da Taiwan. Le esercitazioni rappresentano il più grande spettacolo di forza militare della Cina da allora cancromilitare etnico le esercitazioni a metà degli anni '1990 hanno spinto gli Stati Uniti a inviare due portaerei nello Stretto di Taiwan.

FOTO: Taiwanese - caccia Mirage 2000 | EPA-EFE/RITCHIE B. TONGO

Molti credono che il loro obiettivo finale sia la riunificazione di Taiwan con la Cina, parte della strategia del presidente Xi Jinping per "rivitalizzare" la nazione cinese entro il 2050.

Pechino sta imparando dalle lezioni della Russia?

Secondo quanto riferito, Pechino ha studiato in dettaglio l'invasione di Mosca sull'Ucraina e la risposta dell'Occidente per vedere quali lezioni devono imparare le forze armate cinesi. Secondo quanto riferito, la Cina ha concluso che i leader occidentali hanno avuto bisogno di almeno due giorni per rispondere al brutale attacco di Putin all'Ucraina il 24 febbraio e lo ha visto come un periodo di tempo cruciale in cui si potevano ottenere guadagni irreversibili. Dopo I russi fallitosua per vincerloa Kiev e rovesciarlaATM il governo di Volodymyr Zelensky nelle prime 48 ore di guerra, Си Sega crede che Mosca ha spalancato le porte a un sostegno significativo da parte dell'Occidente, riporta il British Telegraph.

FOTO: Marina di Taiwan | EPA-EFE/RITCHIE B. TONGO

Sarà fondamentale per la Cina evitare di commettere lo stesso errore con Taiwan se vuole evitare una guerra prolungata che potrebbe ritorcersi contro il Partito Comunista Cinese. i media britannici riportano. Comunque d'altra parte L'Occidente crede che se Taiwan, il più grande produttore mondiale di microchip, alla fine dovesse cadere in Cina, potrebbe scomparire per sempre.

Tutto questo porta alle due più grandi domande senza risposta: quando e come?

Taiwan aveva precedentemente avvertito che l'attacco potrebbe avvenire già nel 2023. Altri analisti prevedono che accadrà in seguito, ma la maggior parte concorda sul fatto che ad un certo punto verrà sicuramente tentato un attacco.

1. La Cina blocca Taiwan

La continuazione delle esercitazioni militari potrebbe essere utilizzata per esaurire finanziariamente, economicamente e operativamente Taiwan. Ciò esaurirebbe le forze armate di Taiwan, che rimarrebbero in allerta per molto tempo. Allo stesso modoe alcuni degli analisti occidentali prevedono un tale controllo consentirà alla Cina di schierare forze militari nelle migliori posizioni possibili per lanciare rapidamente attacchi. Usando come scusa esercizi come quelli svolti questa settimana, si possono svolgere facilmente troupe e stabilimentoи no-fly zone per isolare Taiwan dall'esterno internazionale aiuto.

FOTO: Esercitazioni militari congiunte dell'esercito cinese | EPA-EFE/MAXIM SHIPENKOV

Сoltre al maggiore generale Meng Xi-yangqing, professore di strategia alla National Defense University di Pechino, сLe sette zone in cui le forze cinesi stanno attualmente conducendo esercitazioni sono state scelte per la loro importanza in una potenziale campagna per isolare le isole e prevenire l'intervento straniero. Il generale dice che l'arto il кl'Esercito popolare di liberazione аgli eserciti situati nella parte orientale dell'isola agiranno come una "linea di demarcazione" per impedire ad altri paesi, in primis gli Stati Uniti, di intervenire militarmenteо. Sebbene secondo lui ci sarebbe un clamore e avrebbe sicuramente un impatto sulle rotte marittime internazionali, è improbabile che si raggiunga un accordo internazionale più fermo su questo problema.

2. La Cina invade le isole Matsu e Kinmen

Le piccole isole della provincia del Fujian, alcune delle quali si trovano a meno di 10 chilometri dalla Cina continentale, sono state a lungo considerate parte del territorio cinese. Questi includono le isole Matsu, a nord-ovest di Taiwan, e Kinmen, una catena di isole a est della costa della città cinese di Xiamen. Come riflesso della propria forza, ma anche per mettere alla prova la determinazione dell'Occidente, Pechino potrebbe attaccare alcuni o prendili tutte le isole, che allo stesso tempo sono ospita circa 20.000 persone, con costi minimi. Le isole sono abbastanza piccole che molti paesi potrebbero non voler rischiare una guerra totale per loro. Tuttavia, l'US-Taiwan Relations Act considera le isole parte di Taiwan, quindi Washington potrebbe sentirsi in dovere di intervenire. Di per sé, prendere le isole offrirebbe "una ricompensa molto limitata rispetto al rischio connesso", ha affermatopresso gli analisti.

FOTO: Esercitazioni militari navali a Pechino EPA-EFE/MAXIM SHIPENKOV

3. Cosa succede se La Cina ha lanciato un attacco aereo e missilistico sulla terraferma di Taiwan

Per cercare di indebolire Taiwan riducendo il rischio di un'invasione totale, Pechino potrebbe optare per attacchi aerei limitati ed entrano nel terzoche potenzialmente scenarioh, secondo gli scritti dei media occidentali. Le difese costiere, i radar e gli aeroporti sarebbero i loro bersagli più probabili. La Cina probabilmente eviterebbe di prendere di mira i principali centri abitati per portare Taiwan al tavolo dei negoziati senza creare vittime per non rafforzare la determinazione pubblica sulla difesa. Sarebbe una significativa escalation militare, ma la Cina potrebbe ritenere che la natura limitata di qualsiasi attacco avrebbe meno probabilità di provocare una risposta occidentale.

In questo scenario, è probabile che gli Stati Uniti aumenteranno la prontezza delle loro forze nella regione, in particolare quelle in Giappone. Tokyo potrebbe anche mettere in allerta i suoi militari, concentrandosi in particolare sulla capacità dei missili balistici della Cina.

Una mossa del genere rischierebbe di "cadere nel peggiore dei due mondi", ovvero di causare a Taiwan un danno tale da costringere il resto della regione a prestare attenzione, ma non abbastanza da cambiare radicalmente la situazione strategica. affermano gli analisti nelle loro previsioni per i media occidentali.

FOTO: I media cinesi sulle tensioni con Taiwan EPA-EFE/WU HAO

4. La Cina lancia un'invasione terrestre su vasta scala

D'altra parte, come quarto ed ultimo scenario, alcuni esperti affermano che cIn caso di attacco totale, la Cina cercherebbe di sbarcare truppe in punti strategici, correndo attraverso lo stretto di Taiwan, lungo più di 100 km, sotto la copertura di missili e jet da combattimento per distrarre i difensori.

Molto probabilmente la guerra informatica anche sarà utilizzato su larga scala per interrompere le forme di comunicazione di Taiwan e sì сÈ tuttoе panico nella popolazione generale. L'obiettivo sarebbe quello di sopraffare fisicamente le difese di Taiwan il prima possibile e spezzare la loro volontà di resistere.

Per quanto riguarda gli attacchi dal mare, la flotta e i sottomarini cinesi cercheranno di distruggere la marina taiwanese, così come qualsiasi aereo veloce che tenti di fermare l'avanzata delle porta truppe o di porre mine in siti di atterraggio strategici. La marina cinese fungerebbe anche da schermo a nord e ad est, tagliando fuori ogni potenziale rinforzo dal Giappone o dagli Stati Uniti.

Video del giorno