La missione americana sulla Luna dovrà concludersi prima del previsto

Sbarco di un'azienda americana sulla luna / Foto: ABACA / Abaca Press / Profimedia

La società spaziale privata statunitense Intuitive Machines prevede di perdere il contatto con la navicella spaziale Odyssey, interrompendo la missione cinque giorni dopo l'atterraggio sulla Luna.

Resta da vedere quanti dati scientifici potrebbero andare perduti a causa della missione ridotta dell'Odyssey, che, secondo le stime precedenti dell'azienda e del suo più grande cliente, la NASA, avrebbe operato sulla luna dai sette ai dieci giorni sotto condizioni normali.

La previsione della compagnia di una fine anticipata della missione è arrivata dopo che sono emersi nuovi dettagli sui fallimenti dei test e sugli errori umani che hanno portato al fallito atterraggio della navicella spaziale giovedì scorso.

Un funzionario di Intuitive Machines ha affermato che la perdita dei telemetri deriva dalla decisione dell'azienda di rinunciare ai test pre-lancio del sistema laser per risparmiare tempo e denaro durante i controlli pre-volo dell'Odyssey presso il Kennedy Space Center della NASA in Florida.

“C’erano certamente cose che avremmo potuto fare per metterlo alla prova e licenziarlo. Sarebbero molto dispendiosi in termini di tempo e molto costosi", ha detto sabato a Reuters in un'intervista Mike Hansen, responsabile dei sistemi di navigazione dell'azienda. "Quindi quello è stato un rischio come azienda che abbiamo riconosciuto e abbiamo corso quel rischio."

Venerdì, Intuitive Machines ha rivelato che i telemetri laser, progettati per fornire letture di altitudine e velocità al sistema di navigazione autonomo di Odyssey, non funzionavano perché gli ingegneri dell'azienda avevano trascurato di sbloccare l'interruttore di sicurezza del laser prima del lancio del 15 febbraio. Il blocco di sicurezza può essere disattivato solo manualmente.

Un malfunzionamento del telemetro, scoperto poche ore prima della discesa finale, ha costretto i controllori di volo a improvvisare un'operazione sperimentale per evitare quello che avrebbe potuto essere un atterraggio disastroso.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno