L'America dice: "Open Balkans" avrà successo se sarà aperto a tutti i paesi della regione

L'Ambasciata degli Stati Uniti in Kosovo afferma che Washington sostiene tutti gli sforzi per la cooperazione regionale, inclusa l'Iniziativa Balcani aperti, lanciata dalla Macedonia del Nord, dalla Serbia e dall'Albania, riferisce MIA da Pristina.

In una dichiarazione al portale Gazeta Express, la missione diplomatica Usa a Pristina ha affermato che "in quanto Stato indipendente e sovrano, il Kosovo ha il diritto di stabilire le proprie priorità di politica estera", mentre per iniziative regionali, tra cui gli "Open Balkans". Gli Stati Uniti ritengono che "possono avere successo solo se sono aperti a tutti i paesi della regione" e rispettano gli standard europei.

- Gli Stati Uniti sostengono gli sforzi globali per garantire l'integrazione economica regionale. Tali sono il processo di Berlino, il mercato regionale comune, il CEFTA e l'iniziativa per i Balcani aperti. Tuttavia, queste iniziative possono avere successo solo se sono aperte a tutti i paesi della regione e se offrono sistemi legali e normativi in ​​linea con gli standard europei, ha detto al Gazeta Express l'ambasciata degli Stati Uniti a Pristina.

Le istituzioni statali del Kosovo, il primo ministro Albin Kurti, il presidente Vjosa Osmani, così come la maggioranza degli altri attori politici albanesi del Kosovo, sia il governo che l'opposizione, si oppongono all'iniziativa dei Balcani aperti fino a quando la Serbia non riconoscerà il Kosovo come partner alla pari, cioè come un stato indipendente.

Video del giorno