Ambasciatore Rusi: Costruendo un clima di dialogo e rispetto reciproco, possiamo aprire un nuovo paradigma nelle relazioni macedone-bulgare

Agnese Rusi / Foto: Facebook

Nonostante tutte le sfide, l’integrazione europea non ha alternative per la Macedonia del Nord, così come non c’è alternativa alla costruzione dell’amicizia, del buon vicinato e della cooperazione tra la Macedonia del Nord e la Bulgaria, ha affermato l’ambasciatrice macedone a Sofia, Agnesa Rusi Popovska, in un’intervista al bulgaro Nova TV.

Ha aggiunto che nella società macedone esiste un ampio consenso a favore dell'adesione all'UE, sia a livello politico che interetnico, e questo è stato il caso dall'indipendenza fino ad oggi.

- La Macedonia del Nord è il più anziano candidato all'adesione all'UE tra i paesi dei Balcani occidentali. Siamo candidati dal 2005, ovvero 18 anni. In questi giorni stiamo terminando il processo di screening, e questo ci permette di condurre uno studio approfondito dell'intero paese e valutare il grado di conformità con gli standard dell'Unione Europea - ha detto Rusi-Popovska.

L'ambasciatore ha affermato che la Macedonia del Nord, anche se paragonata ai paesi della regione che negoziano con l'UE da molto tempo, non è in ritardo in termini di rispetto e conformità alla legislazione europea.

- Stiamo attualmente finalizzando tre tabelle di marcia molto importanti – per lo Stato di diritto, per le riforme nella pubblica amministrazione e per il funzionamento delle istituzioni democratiche, e ovviamente stiamo armonizzando, stiamo preparando il piano d'azione per le minoranze e in pratica stiamo preparando per l'apertura del primo gruppo del processo negoziale non appena avremo apportato le modifiche costituzionali - ha detto Rusi-Popovska.

L'ambasciatore afferma che il potenziale per una cooperazione multisettoriale più dinamica tra la Macedonia del Nord e la Bulgaria è enorme.

- L'anno scorso abbiamo avuto un livello di scambi storicamente elevato di oltre un miliardo di euro. Le previsioni per quest'anno sono che riusciremo a raggiungere lo stesso livello e forse a superare leggermente il livello commerciale raggiunto l'anno scorso - dice Rusi Popovska nell'intervista.

Lei ha aggiunto che ci sono continui risultati positivi anche nella cooperazione transfrontaliera.

- Il Corridoio 8 è un progetto strategico tra i nostri due paesi, il cui valore è aumentato negli ultimi tempi. Nella Macedonia del Nord stiamo lavorando ad un collegamento ferroviario e le nostre aspettative sono di avere un collegamento ferroviario fino al confine con la Bulgaria entro la fine del 2027 - ha affermato Rusi-Popovska.

L'ambasciatore ha aggiunto che anche la cooperazione culturale è dinamica, alla quale contribuiscono i centri culturali e d'informazione a Sofia e Skopje, ma che esiste il potenziale e l'interesse per una cooperazione ancora maggiore.

- Credo profondamente che possiamo essere i paesi più vicini e sono convinta che costruendo un'atmosfera di dialogo e rispetto reciproco, con saggezza e tatto, possiamo davvero aprire un nuovo paradigma nelle relazioni macedone-bulgare - ha detto Rusi-Popovska.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI