Albert Musliu: Nell'"Accordo di maggio" del 2007 non esiste una clausola "vincitore con vincitore", ma il vincitore delle comunità minoritarie negozia con il titolare del mandato

Albert Musliu / Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

Per il Fronte europeo l'ingresso di "VREDI" nel governo non è in discussione, ma il modo in cui viene detto per la prima volta sul programma mattutino del Stampa libera Alberto Musliu.

Musliu dice che il Fronte insiste affinché rappresentino gli interessi delle comunità non minoritarie, e non di chi dovrebbe entrare nel governo, perché "VREDI" non rappresenta le comunità non minoritarie ma si dichiara un partito puramente albanese. E questa è una violazione del cosiddetto principio di Badenter.

"Si parla molto di quell'accordo del maggio 2007, e in quell'accordo so per certo che non è previsto un vincitore con un vincitore, ma che il vincitore della minoranza negozia con il Mandatario, e non è stato firmato solo dai due leader politici, ma è stato firmato alla presenza dei nostri facilitatori internazionali perché già allora si è presentato un problema" - dice Musliu.

Per quanto riguarda il modo in cui Mickoski ottiene ora la maggioranza di 61 deputati, Musliu dice che si tratta di puro scambio di deputati.

"Abbiamo reagito anche ai precedenti scambi con i parlamentari e questo non è un buon segno se non avviene con i partiti politici." Un'altra cosa è che Mickoski concluda un accordo con uno dei partiti politici più brutti, per esempio con ZNAM o Levica, e si assicuri così quella maggioranza, un'altra cosa è se prende il posto di parlamentari che non hanno mai fatto onore e si trasferisce ad altri soggetti politici, non come parte dell'interesse sociale, qui come parte dell'interesse personale", dice Musliu.

Guarda l'intervista completa qui sotto: 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno