La bandiera albanese sventola a mezz'asta a Skopje

Con la scoperta del busto di un membro caduto dell'UCK a Shipkovica, l'inizio della ricostruzione dell'Università "Madre Teresa" di Skopje, un'accademia formale nell'hotel "Aleksandar Palace", la celebrazione del compleanno del comandante dell'UCK, Adem Jashari, concludendo con un concerto della star britannica di origine kosovara Dua Lipa in piazza "Skenderbeg" a Tirana, il leader del DUI Ali Ahmeti e numerosi funzionari integrazionisti hanno segnato e celebrato il "28 novembre - Giornata della bandiera albanese ", sebbene in Macedonia quella data non sia nell'elenco dei giorni festivi.

Parlamentari e funzionari del DUI in un giorno lavorativo, invece di audizioni di commissione e negli uffici ministeriali o sul campo, hanno assistito all'installazione dell'inizio della ricostruzione dell'Università "Madre Teresa", dopo di che un intero gruppo di parlamentari, il presidente della il Parlamento Talat Xhaferi, così come quasi tutti i ministri hanno frequentato l'accademia formale presso l'hotel "Alexander Palace".

Le responsabilità lavorative dei sindaci nei comuni a maggioranza albanese, come Chair, Kichevo, Saraj, Arachinovo... erano sullo sfondo, perché la cosa principale era la celebrazione della Giornata della bandiera e dell'indipendenza dell'Albania . Nei comuni a maggioranza albanese è stata sventolata la bandiera albanese, ma non la bandiera dello Stato, contraria alla legge sull'uso delle bandiere comunitarie. L'unica eccezione è stata l'accademia cerimoniale in "Alexander Palace", dove sono state esposte la bandiera dello stato albanese, nonché le bandiere degli Stati Uniti e dell'UE.

La celebrazione della festa nazionale dell'Albania, Ahmeti, in compagnia del primo vice primo ministro Artan Grubi, è iniziata a Shipkovica dove ha svelato il busto di un membro morto dell'UCK di quel villaggio, Cemil Abdurahmani. Il leader del DUI si congratula con tutti gli albanesi il 28 novembre con un messaggio che la bandiera albanese non è mai stata piegata, perché è intrisa di sangue.

Foto Ali Ahmeti Facebook

- Questa bandiera non scende e non si piega perché è stata intrisa e alzata con il sangue di Cemil Abdurrahman - ha detto Ahmeti.

Dall'inizio della ricostruzione dell'Università "Madre Teresa", situata nella caserma "Ilinden" a Skopje, oltre al Rettore Izet Zeqiri, si sono rivolti ai partecipanti anche il Ministro dell'Istruzione Jeton Shaqiri e Ahmeti. Il Rettore Zeqiri ha ringraziato personalmente Ahmeti per il contributo dato all'avvio della ricostruzione dell'Università.

- Con il cuore, devo essere aperto che quando ho avuto ostacoli, sono andato dal vicepresidente del DUI Izet Majiti, da Arbr Ademi, dal sindaco, in un'intensa comunicazione con il ministro delle finanze Besimi, con il ministro Jeton e tutti hanno aiutato io con questa situazione che abbiamo ora - ha detto Zeqiri.

Oltre ad Ahmeti e Grubi, all'inizio della ricostruzione della citata università hanno partecipato anche i parlamentari Arbr Ademi e Izet Majiti, poi Eyup Rustemi, direttore delle strade statali PE, il ministro dell'Economia Kreshnik Bekteshi e altri funzionari. È notevole che, sebbene si tratti di un progetto finanziato dal governo, il primo ministro Dimitar Kovacevski non era presente, né altri ministri macedoni, e nessuno degli oratori parlava in lingua macedone.

Nelle congratulazioni di Ahmeti per il giorno della bandiera, il leader del DUI ha citato Mithad Frasheri dicendo che "nella schiavitù il nostro lavoro è la guerra, e nella libertà la nostra lotta è il lavoro".

Ahmeti ha affermato che descrive al meglio il viaggio della nazione, la sua mentalità retta per difendere la sua identità, le terre ancestrali, la dignità e l'obiettivo di un futuro luminoso per generazioni.

All'accademia cerimoniale è stato cantato solo l'inno dell'Albania e il presidente dell'Assemblea Talat Xhaferi si è rivolto al collega membro del partito Ahmeti con le parole comandante e presidente degli albanesi nella Macedonia del Nord. Ahmeti ha affermato che questo giorno è commemorato per tutti coloro che hanno versato il sangue per la bandiera albanese e che gli albanesi, ovunque si trovino, festeggiano oggi.

Anche Rama non si aspettava così tanti successi degli albanesi in Macedonia

Nell'ambito della celebrazione del "28 novembre" di ieri, il primo ministro albanese, Edi Rama, ha affermato che gli albanesi della Macedonia del Nord sono migliori che mai nei risultati degli albanesi di queste aree.

- Non credo che siano molti quelli che oggi hanno il coraggio di dire di sapere che nel 110° anniversario dell'indipendenza dell'Albania l'albanese sarà la lingua ufficiale in Macedonia, ci sarà la più alta partecipazione di albanesi nel governo e istituzioni, e ci sarà anche un presidente dell'Assemblea, un albanese - ha detto Rama.

Video del giorno