Al Jazeera farà causa a Israele all'Aia per l'omicidio del giornalista Abu Akleh

Proteste palestinesi per l'uccisione della giornalista Shirin Abdu Akleh / Foto di Abed Rahim Mohammed / AFP / Profimedia

La rete di notizie Al Jazeera ha annunciato che avrebbe intentato una causa presso la Corte penale internazionale dell'Aia per l'omicidio del suo giornalista Shirin Abu Akleh durante un raid israeliano nella Cisgiordania occupata.

La rete con sede in Qatar e l'Autorità Palestinese hanno accusato le truppe israeliane di aver deliberatamente ucciso Abu Akleh l'11 maggio nella città di Jenin, e Israele ha respinto le accuse come una "ovvia bugia".

Funzionari israeliani affermano che il giornalista è stato ucciso durante un conflitto armato tra le truppe israeliane e gli estremisti palestinesi e che solo un'analisi balistica del proiettile dell'Autorità Palestinese può determinare chi ha sparato il colpo mortale. Al Jazeera ha annunciato ieri sera di aver formato un team legale internazionale per preparare la documentazione da presentare al tribunale.

La Corte penale internazionale dell'Aia lo scorso anno ha avviato un'indagine su potenziali crimini di guerra israeliani nei territori palestinesi.

Al Jazeera ha accusato Israele di aver ucciso il suo giornalista in Cisgiordania

Video del giorno