Se i tuoi colleghi ti infastidiscono al lavoro, rivolgiti a loro con una frase che li faccia tacere immediatamente

Foto: Pexel/fauxel

Il nostro posto di lavoro è una destinazione che visitiamo quasi ogni giorno e, circondati da colleghi, cerchiamo di mantenere la nostra sanità mentale e di completare i compiti necessari in modo tempestivo.

Quasi ogni azienda può essere suddivisa in diverse categorie di colleghi.

Da chi passa gran parte della giornata a parlare ad alta voce al telefono senza preoccuparsi se gli altri hanno bisogno di silenzio, a chi ama fare colazione a tavola senza preoccuparsi dei suoni e degli odori che si lascia dietro, a chi per cui la parte centrale del turno è una pausa caffè per chi lavora e non lavora, ma anche per chi è particolarmente passivo-aggressivo, da cui conviene scappare o affrontarlo direttamente, si legge "Yortango".

La cultura dell'ufficio dovrebbe essere sullo stesso livello e non dovrebbero esserci divisioni perché i dipendenti di una determinata azienda sono lì per svolgere determinati compiti, e la cultura minima dovrebbe ovviamente includere un comportamento professionale nei confronti degli altri colleghi.

Tuttavia, siamo dove siamo, quindi spesso dobbiamo affrontare gli scoppi di rabbia, rabbia o incapacità di comunicare buon senso di qualcuno.

Jennifer Brick affronta la cultura dell'ufficio con un approccio sociologico e sul suo TikTok condivide spesso suggerimenti su come affrontare la complessa politica aziendale e sfruttare al meglio le situazioni lavorative difficili.

Ha così scoperto la frase da rivolgere alle persone passivo-aggressive sul lavoro, ma anche nella vita privata, scoprendo che dietro quella frase c'è la sua esperienza personale.

"Ho iniziato a usare la frase l'anno scorso e da allora non c'è stato un solo caso in cui una persona non si sia tirata indietro e non si sia allontanata da me", ha detto.

Brick consiglia che il modo migliore per trattare con le persone passivo-aggressive è utilizzare il tono di voce più neutro possibile e porre una domanda semplice ma diretta.

"Vuoi aiutare o ferire?" è una domanda che secondo Brick getterà di sorpresa la persona passivo-aggressiva.

Altrimenti, secondo la rivista "La psicologia oggi", il comportamento passivo-aggressivo è un modo indiretto di esprimere sentimenti negativi. Invece di affrontare direttamente il conflitto, la persona passivo-aggressiva si comporterà in modo sottilmente ostile, cercando di destabilizzare la persona con cui è in conflitto.

L’aggressività passiva è una forma di elusione del conflitto, ecco perché la frase suggerita da Brick può aiutare. Ponendo questa domanda alla persona passivo-aggressiva, offri una versione gentile del confronto che cercherà sicuramente di evitare.

@jenniferbrick vorrai salvare questo #carriera #consigli di carriera #aziendale #fyp ♬ suono originale – Jennifer Brick

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno