Ahmeti nel giorno della bandiera albanese: "L'aquila ci ha portato in guerra, ora ci condurrà a Bruxelles in pace"

foto: MIA, Ali Ahmeti all'accademia cerimoniale in occasione del giorno della bandiera albanese

Una solenne accademia in occasione del 28 novembre – Giornata della Bandiera Albanese, è stata organizzata stasera dal presidente dell'Unione Democratica per l'Integrazione (DUI), Ali Ahmeti. Nel suo discorso Ahmeti ha sottolineato che "nel passato, per oltre 500 anni, si sono combattute guerre e si è lavorato per la lingua, la bandiera e le lettere".

"Patrioti, gli insegnanti sono stati uccisi, ma se togli il sangue dal cuore, non funzionerà. Il sangue era la lingua e il cuore era la bandiera. La bandiera è come il cuore collegato al sangue e mantiene vivo il nostro spirito. Nessuno dei discorsi che teniamo oggi ha lo stesso peso delle lezioni di Hamza Jashari, che ha radunato i bambini di villaggio in villaggio, insegnando loro il 28 novembre e la bandiera albanese. L'aquila sa volare in alto. Le ali delle aquile non si stancano mai. Pertanto, proprio come quest'aquila ci ha portato alla guerra, ci porterà anche a Bruxelles in pace", ha detto Ahmeti.

L’ambasciatore dell’Albania nel Paese, Fatos Reka, ha sottolineato che nel contesto del momento in cui viviamo, è imperativo che l’Albania e la Macedonia del Nord adempiano a tutti gli obblighi richiesti dall’Unione Europea per entrare a far parte di questa famiglia come appena possibile.

"Credo e sono convinto che le forze progressiste nella Macedonia del Nord, compreso lo spettro politico albanese, adempiranno con successo a tutti gli obblighi, comprese le modifiche costituzionali secondo il piano francese, al fine di continuare il nostro viaggio comune verso Bruxelles. L’apertura del processo di screening e dei negoziati con l’Unione Europea per Albania e Macedonia del Nord nel luglio 2022 ha aperto nuove prospettive per i nostri due Paesi, sia in termini di consolidamento dello Stato di diritto che di armonizzazione della legislazione con quella dell’UE, beneficia dei fondi UE per l’economia, la scienza, l’istruzione, l’agricoltura e il turismo. Poiché i nostri paesi sono membri della più potente alleanza politico-militare, dovremmo rivolgere la nostra attenzione al mantenimento della pace e della sicurezza in coordinamento con i nostri alleati e soprattutto con il nostro alleato strategico, gli Stati Uniti", ha affermato Reka.

Il primo vice del primo ministro e ministro del Sistema politico e delle relazioni intercomunitarie, Artan Grubi, ha sottolineato che "la nazione si onora con il lavoro e ha sottolineato che dobbiamo continuare a costruire la nazione una pietra alla volta".

Il 28 novembre, albanesi provenienti da tutto il mondo celebrano l’alzabandiera della bandiera albanese nella Fortezza di Kruja in Albania nel 1443 e a Valona nel 1912.

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno