Agenzia catastale: i servizi non sono diventati più costosi, ma sono stati riportati al livello del 2017

Agenzia del catasto immobiliare / Foto: Sloboden pechat - Dragan Mitreski

Né i prezzi dei servizi catastali sono aumentati del 500 percento, né l'istituto sta rischiando il fallimento, ha affermato Boris Tundzhev, direttore dell'Agenzia del catasto, aggiungendo che i loro prezzi sono aumentati in media tra il 25 e il 30 percento, e un'analisi è già in corso per vedere se ci sono possibilità di correzione, non appena i prezzi dell'energia si "calmeranno".

Tundzev sottolinea che i prezzi della maggior parte delle voci tariffarie sono stati addirittura ridotti e, con le modifiche apportate alla metodologia, ora ci sono solo 5 listini tariffari invece di 2. Spiega che le modifiche al listino dopo cinque anni sono il risultato di un'analisi sistematica fatta dall'Agenzia e aggiunge che non c'è nessun aumento del prezzo del servizio di iscrizione ipotecaria.

"Nel 2017, Catastre ha ridotto i prezzi dal 30 al 90%. "Se si fanno confronti con il 2014, la maggior parte dei servizi è al livello del 2014, cioè del 2017", afferma Tundjev.

Il direttore di AKN informa che se fino a pochi anni fa le bollette elettriche annuali dell'Agenzia ammontavano a 8-9 milioni di denari, ora sono salite a 39 milioni di denari. I costi sono aumentati anche per effetto dell'aumento dei costi di manutenzione dei sistemi operativi, dei software peritali e informatici, dell'elevato numero di licenze di lavoro...

- Noi, come altre persone giuridiche, non siamo stati immuni dall'impatto dell'aumento del prezzo dell'elettricità e di altre fonti energetiche sul mercato mondiale, il che complica notevolmente le normali operazioni - ha affermato Tundjev.

Il direttore del Catasto ha anche annunciato che è in preparazione una nuova legge, che sarà presentata al ministero della Giustizia il prossimo mese e che consentirà di rendere gratuita una parte dei servizi.

- Effettuiamo una selezione per la parte dei dati che sarà aperta, ovvero gratuita per gli utenti dei nostri servizi. Ora non ne abbiamo l'opportunità, anche se la legislazione europea raccomanda questo lavoro - ha spiegato Tundzhev, che al momento non può specificare l'entità dei dati che verranno aperti.

Per quanto riguarda le accuse delle società geodetiche secondo cui i sistemi elettronici del Catasto non sono costantemente operativi, Tundzhev ha ricordato che l'istituzione si sta lentamente riprendendo dalle recenti intrusioni di hacker. Ha sottolineato che al momento stanno lavorando per ricostruire i server e aumentare la loro sicurezza, per i quali vengono pagate le licenze, ma che le pagine principali di cui i clienti hanno bisogno sono operative.

- Per il normale funzionamento è necessario un serio aggiornamento delle applicazioni software utilizzate da amministrazioni locali, istituzioni statali, notai, esecutori testamentari, società geodetiche private e cittadini. Ma il nostro sistema è connesso ad altri tre e se uno di loro non funziona, allora anche noi "cadiamo" - ha aggiunto Tundjev, rivelando che recentemente due istituzioni hanno apportato modifiche alla sicurezza e non le hanno informate.

Nei giorni scorsi la Camera di Commercio Imprese per i Lavori Geodetici presso l'Unione delle Camere di Commercio ha chiesto l'immediata revisione delle nuove tariffe dell'Agenzia del Catasto Immobiliare, con le quali, come ha detto la Camera, i servizi per l'ottenimento di alcuni dati sono diventate più care del 100, 200, anche del 500 per cento, a carico di società di rilevamento, notai, avvocati e cittadini che usufruiscono dei servizi catastali.

A proposito, il presidente della Camera delle società geodetiche, Nikola Ribaroski, voleva partecipare alla conferenza stampa al Catasto, ma non gli è stato permesso in quanto l'evento aveva lo scopo di informare i media e poteva richiedere l'ammissione per un conversazione.

Video del giorno