Abbas ha incolpato gli Stati Uniti per la distruzione di Gaza

Mahmoud Abbas / foto: MIA

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha affermato oggi che è necessaria una conferenza internazionale di pace per porre fine alla guerra a Gaza e trovare una soluzione politica duratura che porti alla creazione di uno Stato palestinese.

Abbas ha affermato che "il conflitto tra Israele e i palestinesi in generale ha raggiunto uno stadio allarmante che richiede una conferenza internazionale e assicurazioni da parte delle potenze mondiali".

- Sono per la resistenza pacifica. Sono favorevole a negoziati basati su una conferenza di pace internazionale e sotto gli auspici internazionali che portino a una soluzione, sotto la protezione delle potenze mondiali, per la creazione di uno Stato palestinese sovrano nella Striscia di Gaza, in Cisgiordania e a Gerusalemme Est, ha sottolineato .

Abbas ha affermato che, sulla base di un accordo internazionale vincolante, farà rivivere l’indebolita Autorità Palestinese, attuerà le riforme tanto attese e terrà elezioni presidenziali e parlamentari. Ha aggiunto che l’Autorità Palestinese ha aderito a tutti gli accordi di pace firmati con Israele, dagli Accordi di Oslo del 1993 ad altri, ma che Israele ha infranto le sue promesse di porre fine all’occupazione.

-Chiunque vinca, vincerà, queste saranno elezioni democratiche, ha detto quando gli è stato chiesto se rischierebbe di tenere le elezioni data la possibilità che Hamas vinca come nel 2006.

Abbas non ha presentato una visione concreta per il piano postbellico discusso con i funzionari statunitensi. Secondo questo piano, l’Autorità Palestinese prenderebbe il controllo della Striscia di Gaza, dove vivono 2,3 milioni di persone.

-Gaza oggi non è la Gaza come la conosci. Gaza è distrutta. I suoi ospedali, scuole, infrastrutture, edifici, strade e moschee sono stati distrutti. Non è rimasto niente. Quando torneremo, avremo bisogno di risorse, Gaza ha bisogno di ricostruzione, ha detto Abbas, invitando gli Stati Uniti ad essere responsabili di ciò che sta accadendo nell’enclave.

Secondo lui è l'unica forza in grado di ordinare a Israele di porre fine alla guerra e di adempiere ai suoi obblighi.

-Sfortunatamente non lo fa. L’America è complice di Israele, ha concluso Abbas.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno